parco valle lambro
Interventi nei Siti di Interesse Comunitario

Modulistica Valutazione di Incidenza per SIC

 

La Direttiva 92/43/CEE e succ. mod. nonché il D.P.R. 357/1997 e successive modifiche introducono la necessità di una procedura denominata Valutazione di Incidenza, propedeutica alla approvazione di Piani e interventi da realizzarsi all’interno delle aree Natura 2000. Il Parco Regionale della Valle del Lambro ha esteso l'area di applicazione della Valutazione di Incidenza ad una fascia di rispetto all'esterno dei confini dei SIC (si veda tavola "Norme" e testo dei Piani di Gestione nella pagina relativa).
 
Il proponente potrà avvalersi della seguente procedura attivata dall’Ente Gestore del SIC a seconda della tipologia di intervento e dei relativi possibili impatti:
‐ Dichiarazione di non Incidenza
‐ Valutazione di Incidenza con procedura semplificata
‐ Valutazione di Incidenza
 
Dichiarazione di non Incidenza
La procedura di autovalutazione viene seguita se il proponente ritiene che l'intervento o gli interventi non abbiano, né singolarmente né congiuntamente, incidenze significative sul Sito di Importanza Comunitaria. Per un elenco di esempi di interventi per cui non è rilevata incidenza significativa, si veda il Piano di Gestione del SIC interessato al paragrafo 9.2.3.
Il proponente trasmette all’ente gestore del sito l'apposito modulo “Dichiarazione di Non Incidenza” comprensivo di: dichiarazione di assenza di incidenza significativa, breve descrizione dell’intervento, cartografia dell’area di intervento e descrizione, anche fotografica, dello stato di fatto dell’area.
Entro 30 giorni dalla ricezione, l’Ente Gestore del sito può respingere l’autovalutazione e chiedere le integrazioni che ritiene più opportune o respinge l'autovalutazione richiedendo la redazione della Relazione d'Incidenza da sottoporre a Valutazione d'Incidenza.
 
Valutazione di Incidenza con procedura semplificata
La procedura è prevista nei casi in cui l'intervento non necessiti di una relazione di incidenza.
Il proponente presenta richiesta di attivazione della procedura all’Ente Gestore, compilando il modello e allegando la documentazione progettuale, che dovrà contenere anche indicazioni sull’organizzazione ed occupazione di aree di cantiere e/o sulle modalità di accesso. La documentazione dovrà prevedere l’individuazione dell’area di intervento su base CTR 1:10.000 in rapporto alla delimitazione degli habitat di Rete Natura 2000.
Entro 30 giorni dalla ricezione della documentazione, qualora questa risulti inadeguata o insufficiente per consentire la corretta valutazione dell’intervento proposto, l’Ente Gestore può chiedere le integrazioni che ritiene opportune o, altresì, la redazione dello Studio di Incidenza,assoggettando l’intervento alla procedura di valutazione ordinaria.
 
Valutazione di Incidenza
La procedura è richiesta per le tipologie di intervento con un impatto in rapporto al Sito di Interesse Comunitario e per cui è prevista la redazione di una Relazione di Incidenza.
Il proponente presenta richiesta di attivazione della procedura all’Ente Gestore, compilando il modello e allegando la documentazione progettuale, che dovrà contenere anche indicazioni sull’organizzazione ed occupazione di aree di cantiere e/o sulle modalità di accesso. La documentazione dovrà allegare la Relazione di Incidenza e prevedere l’individuazione dell’area di intervento su base CTR 1:10.000 in rapporto alla delimitazione degli habitat di Rete Natura 2000.
Entro il termine di 60 giorni dal ricevimento della documentazione, ai sensi dell’art.5, comma 6 del D.P.R. 8 settembre 1997, n. 357 e dell’art. 6, comma 5 dell’allegato C della D.G.R. 14106/2003, l’Ente Gestore si esprime in merito alla Valutazione di Incidenza.